Ricerca

Sostenibilità

Il gruppo Angelini svolge le sue attività nel rispetto dei più alti standard etici e con attenzione costante alle persone e alle comunità in cui opera. Tale principio trova applicazione concreta nell’attuazione di processi e progetti di sostenibilità ambientale.

Casa Angelini

Innovazione nel segno della sostenibilità

Casa Angelini, sede di Angelini Holding a Roma, è caratterizzata da un'architettura tecnologicamente innovativa ed eco-sostenibile volta a ridurne l’impatto ambientale.
La riqualificazione del lotto da 12.600mq ha visto l’impiego di tecnologie innovative e il rispetto dei requisiti per l'ottenimento della certificazione internazionale LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) di livello GOLD.

L'impegno di Angelini Pharma

I tre siti produttivi italiani di Angelini Pharma sono best practice nella salvaguardia dell’ambiente e dal 2004 hanno ottenuto la certificazione UNI EN ISO 14001:2015, che delinea sistemi di gestione ambientale volti al costante miglioramento delle prestazioni.
Investimenti significativi sono stati fatti per la produzione di energia pulita, tra cui un impianto fotovoltaico da 1.600kW, un moderno sistema di cogenerazione, nuove torri di evaporazione e generatori di vapore ad alto rendimento.
Queste nuove tecnologie sono state integrate in un sistema di gestione automatico, che ottimizza i consumi dei sistemi di climatizzazione tenendo conto dei fattori interni ed esterni agli stabilimenti. Un Energy Management Team monitora il costante miglioramento dei consumi.
Grazie alle misure realizzate, le emissioni annuali di C02 sono già state ridotte di oltre 650 tonnellate.

È inoltre costante l’impegno nel ridurre l’impatto ambientale del packaging, combinando l’innovazione green ai requisiti per la conservazione ottimale del prodotto. Peso e volume del packaging sono stati ridotti, al fine di ottimizzarne il trasporto logistico e ridurre conseguentemente l’inquinamento atmosferico generato dalle emissioni dei veicoli. Sono inoltre utilizzati materiali riciclati.

FaterSMART

L'impianto di riciclo

FaterSMART è la business unit di Fater dedicata alla ricerca, sviluppo, industrializzazione e commercializzazione della prima e unica tecnologia al mondo in grado di riciclare prodotti igienici per la persona usati, come pannolini per bambini, pannoloni per incontinenza e assorbenti igienici femminili, e trasformarli in materie prime seconde ad alto valore aggiunto, utilizzabili in diversi processi produttivi.
Il 25 ottobre 2017 è stato inaugurato in Veneto, nel sito del partner Contarina SpA, il primo impianto industriale al mondo in grado di riciclare il 100% dei prodotti assorbenti usati (pannolini per bambini, pannolini per incontinenti e assorbenti femminili). L’impianto si basa sulla tecnologia brevettata da Fater e rappresenta una innovazione  completamente “Made in Italy”.

Bertani Domains

Naturale, trasparente e sostenibile

L’impegno nella sostenibilità ambientale è la forza di Bertani Domains e si rispecchia nei suoi vini, diventando non solo un metodo di produzione ma una chiara scelta di comportamento. Una scelta consapevole alla ricerca di un equilibrio sostenibile tra terra, vite e lavoro dell’uomo: un percorso ideale che oggi diventa anche formale. Bertani Domains ha scelto infatti di avviare il processo di certificazione biologica su Tenuta Trerose, con i suoi 103 ettari di vigneto nel cuore del Vino Nobile di Montepulciano, che si concluderà nel 2021.
Tenuta Trerose si era già distinta nel territorio per il progetto di viticoltura di precisione, attraverso l’utilizzo di moderne tecniche e strumentazioni agricole come la georeferenziazione, il controllo satellitare delle varie sezioni di vigna e un approccio viticolo naturale e sostenibile. La conversione al biologico è quindi un’evoluzione naturale di questo percorso, che richiede rispetto, responsabilità, visione del futuro e soprattutto tempo e lavoro qualificato.

In tutte le proprietà Bertani Domains, già dal 2015, è stato inoltre eliminato l’uso di diserbanti, insetticidi e prodotti ad elevato impatto ambientale.

Tutte le cantine sono inoltre coinvolte in un programma di ottimizzazione dei consumi energetici.